Lance Libere

La rete del caffè sospeso

Cultura liquida per svegliarci tutti
La rete del Caffè Sospeso è nata a Napoli nel novembre del 2010 per riprendere un’antica tradizione popolare di solidarietà partenopea e riproporla in chiave moderna, in un’epoca in cui i tagli alla cultura voluti dai Governi del nuovo millennio hanno privato il Bel Paese non solo del welfare, ma anche delle sue grandi tradizioni di incontro e confronto popolare.

Fondata da sette festival italiani e due Associazioni, in seguito sono entrati in rete associazioni culturali disseminati nella penisola, luoghi di resistenza culturale; bar, locali, luoghi di incontro per promuovere la pratica del Caffè Sospeso.

Insieme per trovare nuove forme di cultura solidale ispirandosi alla sobrietà, una proposta per tutti
da Lampedusa a Trento, perché non ci si dimentichi che, anche offrendo un semplice caffè, si può cambiare il modo di sentirsi vicini agli altri e vivere meglio il nostro tempo.

Si usava nei bar di Napoli, quando una persona era particolarmente felice perché aveva qualcosa da festeggiare oppure perché aveva iniziato bene la giornata, sorseggiava un caffè e ne pagava due, uno per chi sarebbe venuto dopo di lui e non poteva pagarselo. Era un caffè offerto al resto del mondo. Di tanto in tanto qualcuno si affacciava alla porta e chiedeva se c’era “un caffè sospeso”. Riprendiamo la pratica del Caffè Sospeso, lascia un caffè pagato, è un investimento sul futuro. Una pratica di cortesia, cordialità, considerazione umana. Abbiamo più che mai bisogno di questi segnali.

> scarica l’ebook


disponibile in ebook | isbn 9788897776413 | euro 3,00
www.retedelcaffesospeso.com

rassegna stampa

0 comments on “La rete del caffè sospeso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *